Aggiungi un tocco speciale alla tua casa o al tuo ufficio con opere d'arte uniche: scopri dipinti ad olio originali e moderni e stampe su tela di alta qualità nella nostra Galleria d'arte Laabs

I segreti dell'agarico muscario: dai rituali ai portafortuna

Agarico volante: dai rituali sciamanici a un simbolo di buona fortuna 🍄 🍄

L'agarico di mosca (Amanita muscaria) è un fungo mistico che da secoli svolge un ruolo importante in varie culture di tutto il mondo. Conosciuto per le sue proprietà allucinogene, è stato utilizzato dagli sciamani in numerosi ritualiper comunicare con gli spiriti ed entrare in stati di trance. strong> L'agarico muscario è spesso raffigurato nell'arte e nella letteratura come un simbolo di buona fortuna. Tuttavia, poiché il suo consumo comporta grandi rischi a causa della sua tossicità, è necessario sapere esattamente come prepararlo e consumarlo correttamente per evitare pericoli. Di seguito troverai informazioni su come preparare correttamente e i potenziali benefici del microdosaggio di questo straordinario fungo.

Va notato che trattiamo i funghi velenosi solo come soggetto per i nostri dipinti ad olio e tutto ciò che scriviamo sui rituali è inteso esclusivamente come curiosità. Dott. Grazie ai suoi numerosi viaggi in giro per il mondo, Magdalena Laabs si interessa alle credenze delle diverse culture, alla loro percezione della felicità, nonché ai rituali e alle piante medicinali utilizzate.

Preparazione e consumo dell'agarico muscario 🍄

L'agarico muscario (Amanita muscaria) è noto per le sue proprietà allucinogene, ma il suo consumo comporta grandi rischi a causa della tossicità. Le seguenti informazioni sono solo a scopo informativo e non devono essere considerate come consigli sul consumo dell'agarico muscario. Prima di tentare il microdosaggio, è necessario consultare un professionista appropriato.

È anche importante fare attenzione a non confondere l'agarico muscario con l'agarico verde, che può essere mortalmente velenoso.

1. Asciugatura:

  • Processo di essiccazione: L'essiccazione dell'agarico muscario è uno dei primi passi per prepararlo al consumo . L'essiccazione a circa il 60-70% aiuta ad abbattere alcuni dei composti tossici presenti nel fungo, come l'acido ibotenico.
  • Lunga conservazione: Dopo l'essiccazione, i funghi devono essere conservati per almeno 2 mesi. Durante questo periodo le sostanze tossiche vengono ulteriormente scomposte, il che aumenta la sicurezza del consumo.

2. Decarbossilazione:

  • Acido ibotenico: Il principale composto tossico nell'agarico muscario è l'acido ibotenico, che si forma durante l'essiccazione e lo stoccaggio viene convertito nel muscimolo meno tossico.
  • Processo: La decarbossilazione dell'acido ibotenico in muscimolo può essere eseguita essiccando il fungo a la temperatura di circa 60°C può essere accelerata.

3. Microdosaggio:

  • Dosaggio sicuro: Mangiare l'agarico muscario in quantità molto piccole (microdosi) può aumentare il rischio di Ridurre l'avvelenamento. Microdosaggio significa assumere dosi suballucinogene che possono avere potenziali benefici per la salute senza innescare tutti gli effetti psicoattivi.
  • Consigli: Prima di iniziare il microdosaggio, dovresti sempre consultare un medico o uno specialista in medicina naturale.

Avvertenze e precauzioni

1. Tossicità:

  • Rischio di avvelenamento: L'agarico muscario è altamente velenoso e richiede una preparazione o un consumo improprio in grandi quantità può causare gravi sintomi di avvelenamento, tra cui nausea, vomito, allucinazioni e, in casi estremi, la morte.

2. Mancanza di standardizzazione:

  • Variabilità del contenuto di tossine: Il contenuto di tossine nell'agarico muscario può variare a seconda della posizione , stagione e altri I fattori variano, rendendo difficile un dosaggio accurato.

3. Consiglio medico:

  • Consigli degli esperti: Prima di decidere di consumare gli agarichi volanti, dovresti sempre consultare un medico o consultare un tossicologo per evitare conseguenze pericolose per la salute.

Riepilogo

Amanita muscaria (Amanita muscaria) Teoricamente, dopo un'adeguata preparazione, come l'essiccazione a circa 60 - 70% e una lunga conservazione, riducendone la tossicità. Il microdosaggio è un metodo che può ridurre al minimo il rischio di avvelenamento. Tuttavia, a causa del potenziale rischio per la salute, è necessario prestare particolare attenzione e consultare uno specialista appropriato prima di consumare questo fungo.

"La dose crea il veleno" - Die Dosis macht das Gift

La legge di Paracelso è: “Dosis facit venenum”, che tradotto dal latino significa “la dose fa il veleno”. Ciò significa che una sostanza che può essere innocua o addirittura benefica in piccole quantità può diventare tossica in quantità maggiori. Paracelso, medico e alchimista del Rinascimento, sottolineava che il veleno non è la sostanza in sé, ma la sua quantità.

Come si suol dire, tutto è una cura o un veleno: la dose fa la differenza. Questo principio, noto come Legge di Paracelso, afferma che qualsiasi sostanza può essere benefica o dannosa a seconda della quantità assunta. Anche le sostanze normalmente considerate salutari possono diventare pericolose se consumate in eccesso. Gli esempi includono le vitamine, che possono essere tossiche in grandi quantità, o l’acqua, il cui consumo eccessivo può portare a iponatriemia. Comprendere questo principio ci aiuta ad approcciarci all’alimentazione e alla salute con maggiore cautela, prestando attenzione al corretto dosaggio di ogni sostanza consumata.

Comprensione della tossicità: patate, caffè e agarichi volanti

Sebbene l'agarico muscario sia considerato velenoso, anche le patate comuni sono velenose perché contengono solanina. Senza cottura sono dannosi per il nostro organismo. Allo stesso modo, una grande quantità di sale o di caffè in dosi elevate non è solo dannosa ma anche tossica. Il segreto sta nella dose giusta.

Inoltre, molti alimenti di uso quotidiano possono essere tossici in grandi quantità. Ad esempio, il cioccolato contiene teobromina, che può essere pericolosa in grandi quantità, e le noci del Brasile sono ricche di selenio, che è tossico in eccesso. Anche l’acqua, così essenziale per la vita, se consumata in eccesso può portare a una condizione nota come avvelenamento da acqua. Comprendere e applicare il principio "dosis facit venenum" ci aiuta con la nutrizione e la salute È importante siate più attenti e prestate attenzione al corretto dosaggio di ogni sostanza consumata.

Agarico volante - Il ragazzo fortunato🍄

  Scopri di più ->